Top

Emorroidi: la prevenzione parte dalla tavola

COSA SONO?
Le emorroidi sono cuscinetti di tessuto vascolare fisiologicamente presenti all’interno del canale ano-rettale, con l’importante funzione del mantenimento della continenza fecale. Le emorroidi diventano patologiche quando sono gonfie e infiammate, dando luogo alla malattia emorroidaria. La correlazione tra emorroidi esterne e stile di vita è legata alle nostre abitudini quotidiane, alle quali dovremo prestare molta attenzione per prevenire e contrastare il disturbo emorroidario.

PREVENZIONE: PARTIAMO DAL CIBO…
Prestare attenzione a ciò che mangiamo è un’importante abitudine che tutti dovremmo condividere. Purtroppo però seguire una dieta consapevole, corretta ed equilibrata non sempre si allinea con la propria routine quotidiana: ritmi lavorativi frenetici, sovrapposizione di impegni, lasciano poco tempo da dedicare a una sana nutrizione. Spesso un panino al volo è una soluzione adottata da molti, ma abbiamo mai pensato che, se siamo soggetti a malattia emorroidaria, possa esserci correlazione tra la patologia e le nostre abitudini alimentari? Una giusta alimentazione per emorroidi esterne ci aiuterà sia a prevenire il disturbo, sia a limitarne la fastidiosa sintomatologia.
Anzitutto sappiamo che una corretta alimentazione per emorroidi esterne dev’essere sostanzialmente finalizzata a regolarizzare il transito intestinale, contrastando il rischio di stitichezza: sforzi eccessivi durante l’evacuazione potrebbero provocare la fuoriuscita dei cuscinetti emorroidari dal canale anale, con possibile sanguinamento.
Anche la diarrea può provocare l’insorgenza di emorroidi esterne, a causa dell’acidità delle feci liquide e delle frequenti evacuazioni, con conseguente irritazione della zona ano-rettale e possibile scivolamento delle emorroidi dal canale anale. Una alimentazione indicata per emorroidi esterne favorirà la riduzione delle secrezioni acide a beneficio della mucosa emorroidaria.

QUALI SONO GLI ALIMENTI DA EVITARE?
Cibi irritanti, astringenti, lassativi come:
– eccessi di carne rossa e insaccati salati.
– cibi grassi e fritti.
– cioccolato.
– pane e pasta a base di farine raffinate.
– bevande: caffè e tè; bibite gassate; alcolici e superalcolici.

QUALI ALIMENTI SONO AMICI?
Alimenti ricchi di fibre come:
– frutta: specialmente a buccia scura;
– verdura a foglia larga;
– yogurt;
– alcune spezie: curcuma, zenzero, anice stellato;
– bevande: acqua, tisane

COME CURARLE?
Il modo più semplice è utilizzare creme che agiscono sui sintomi grazie alle proprietà antinfiammatorie, antipruriginose ed anestetiche locali.
Una delle creme più vendute è Proctosoll crema rettale: indicata per ridurre i dolorosi sintomi delle emorroidi esterne non complicate, e si presenta in forma di crema da applicare a livello locale. Un rimedio per combattere il fastidio delle emorroidi esterne grazie alla combinazione di tre principi attivi:

  • Idrocortisone acetato dall’azione antiflogistica e antipruriginosa, per attenuare l’infiammazione, e ridurre dolore, gonfiore e prurito.
  • Benzocaina dall’azione anestetica locale per alleviare il dolore e la sensazione di prurito.
  • Eparina sodica dall’azione anticoagulante, per ridurre il gonfiore, prevenendo così il rischio di coaguli

 

 
Buzzoole

Share

No Comments

Post a Comment