Top

Il dolce natalizio: dal panettone al pandolce genovese, una tradizione secolare

Durante le feste natalizie ha creato qualche polemica la pubblicità di una nota azienda dolciaria riguardo al suo panettone, in cui vengono “presi in giro”, alcuni alimenti che vengono utilizzati sempre più dagli italiani, in particolare dai vegani.

In realtà, il messaggio che l’azienda voleva far passare era come la ricetta del loro panettone non abbia subito l’influenza di questi nuovi alimenti, ma sia rimasta sempre uguale e aderente alla tradizione. Questo perché in fondo siamo un popolo di tradizionalisti, ogni famiglia a Natale ha la sua tradizione e a meno di cataclismi non la cambierà mai, è infatti immancabile mangiare un panettone o un pandoro, se non entrambi, in questo periodo.

Riuscite ad immaginarvi un panettone con ingredienti diversi dal solito?
Pensate che questo dolce milanese viene preparato con la stessa ricetta da alcuni secoli e dal 2005, per decreto ministeriale, come anche il pandoro, deve seguire alcune rigide norme proprio sugli ingredienti utilizzati e anche sulle percentuali nel prodotto finale di alcuni di essi. Questa legge è stata fatta per il fatto che ormai il panettone viene esportato come dolce simbolo del Natale in molti Paesi.

pandolce-basso1_11_xlAnche a Genova c’è un dolce che a Natale non può mancare, anche lui a volte viene chiamato panettone, ma più comunemente è per tutti il pandolce. Le sue origini risalgono ai tempi delle Crociate e dello splendore nei commerci della Repubblica Marinara, infatti è simile a un dolce prodotto in Persia (zona che corrisponde all’incirca all’attuale Iran, quindi in Asia), ma pare che fu Andrea Doria, mitica figura della Genova del Cinquecento, a lanciare la gara tra i panettieri genovesi per un dolce che potesse conservarsi a lungo durante i viaggi in mare: così nacque il pandolce nella sua versione “alta”, alto perché ha una lievitazione più lunga rispetto all’altra versione, quella bassa, frutto dei lieviti chimici, che per il suo ridotto tempo di lievitazione viene anche preparato nelle case e non solo nei panifici. Se in Inghilterra vi capiterà di imbattervi al supermercato in un “genoa cake” o in un “Selkirk Bannock” è proprio il pandolce, anche se non so quanto possa essere fedele alla versione originale!

Share

No Comments

Post a Comment