Top

Protesi addio: grazie alla ricerca in arrivo trattamenti all’avanguardia per la rigenerazione di cartilagini, articolazioni e tessuti ossei.

In caso di rottura di un arto o di una articolazione l’impianto di una protesi, fino a qualche anno fa, era l’unica via disponibile per la risoluzione del problema.
Nonostante questa tecnica risulti ancora consigliata per pazienti di età avanzata, laddove la rigenerazione dei tessuti segue processi più lenti e non vi è alternativa di intervento, per i più giovani è disponibile una valida alternativa.
Grazie alla ricerca italiana, che negli ultimi anni ha fatto passi da gigante in questo campo, si può finalmente parlare di rigenerazione dei tessuti: si tratta in poche parole della riparazione naturale di cartilagini, articolazioni e tessuti ossei.

Il trattamento
Questa tecnica all’avanguardia, frutto dello studio scientifico di un’idea nata, sviluppata e studiata in Italia, prevede l’inserimento all’interno della lesione articolare di un presidio biologico composto di nanostrutture complesse. Si tratta di tessuti artificiali estremamente sofisticati che, attirando le cellule staminali nella sede della lesione, sono in grado di produrre nuova cartilagine e nuovo osso sottostante. In questo modo il tessuto viene rigenerato e la lesione guarita in modo naturale.

La riabilitazione
All’intervento deve chiaramente fare seguito un appropriato processo riabilitativo finalizzato innanzitutto alla rieducazione articolare, quindi al recupero completo delle funzionalità di flessione ed estensione e delle capacità di movimento. Al termine del percorso riabilitativo tutte le funzionalità articolari sono completamente recuperate.

La testimonianza
Il video riportato in basso racconta il caso clinico di una ballerina la quale, dopo un incidente motociclistico che le ha causato una grave frattura al piatto tibiale con perdita di quasi tutta la cartilagine, è riuscita grazie all’impianto del presidio biologico e ad un particolare intervento chirurgico a recuperare la mobilità ottimale dell’arto.

#lesionicartilaginee

Buzzoole

Share

No Comments

Post a Comment